CHE COS’E’
Il presente modello serve per comunicare all’Istituto, nel periodo durante il quale il lavoratore percepisce una indennità legata al proprio stato di disoccupazione, il verificarsi di una delle seguenti situazioni: 

  • Inizio attività autonoma con l’indicazione del reddito annuo presunto (entro 30 giorni);
  • Indicazione del reddito annuo presunto derivante da lavoro parasubordinato il cui inizio è stato rilevato dall’INPS dalle comunicazioni obbligatorie effettuate dal committente (entro 30 giorni);
  • Espatrio nel periodo indennizzabile in cerca di lavoro o per altri motivi;
  • Fruizione di altri tipi di prestazione (malattia, maternità, ricovero) non comunicati telematicamente;
  • Avvenuta presentazione di domanda di pensione ad istituzione diversa dell’INPS;
  • Inizio attività di lavoro subordinato, a tempo determinato o indeterminato, esclusivamente nei casi in cui il datore di lavoro non sia tenuto alle comunicazioni obbligatorie preventive di assunzione (UNILAV ex art. 9-bis, comma 2, D.L. 1° ottobre 1996, n. 510, convertito, c.m., dalla legge 28 novembre 1996, n. 608) o non vi abbia ottemperato per altro motivo (lavoro estero, fallimento ecc.).

Il modello non deve essere utilizzato per dichiarare all’Istituto, al termine del periodo indennizzabile, la permanenza delle condizioni per il diritto alla riscossione dell’intera indennità spettante. 

Il modello può essere utilizzato per qualsiasi comunicazione riguardante eventi, diversi da quelli sopraelencati, che possano avere effetto sulla prestazione compilando le righe di testo libero e allegare documenti pertinenti alla prestazione in pagamento.

Il modello prevede anche la possibilità di comunicare la variazione del domicilio, dei riferimenti telefonici, dell’email e dell’IBAN riportati sulla domanda di richiesta dell’indennità.